SABATO 18/05 GIORNATA DI LABORATORI, RADIO E CONCERTI NON CONVENZIONALI NEL CORTILE DI PALAZZO GRAVINA (FACOLTA DI ARCHITETTURA, VIA MONTEOLIVETO 3):

– ore 18.00
INCONTRO/LABORATORIO DI AUTOCOSTRUZIONE ELETTRONICA
con Jean Bender del collettivo HAK lofi Records.
Il laboratorio sarà incentrato sulla costruzione del Lunetta Noise Box, basato sull’integrato 4093 costruito con tecnologia CMOS.
Saranno necessari materiali di diverso tipo, quindi sarebbe utile confermare la propria presenza con una mail di adesione all’indirizzo terzopiano@autistici.org

dalle 19.00 diretta radio Neanderthal con ospiti membri del collettivo/etichetta discografica ThirdTypeTapes (Francia/Belgio)

 

– ore 22.00 concerti con :

C_C

Ispirato dal dub radicale, dalla jungle più sporca, dal brekcore sciatto e dalla post rave in generale C_C ha sviluppato un approccio deliberatamente rozzo e rumoroso alla produzione e alle esibizioni dal vivo. Testando costantemente i limiti della sua attrezzatura (dall’uso dei filtri al mixer e ai lettori di cassette) ai margini dell’implosione, inventa la colonna sonora di una pista da ballo del mondo post-nucleare; i suoi ritmi, i suoi sussurri elettrici, i suoi incidenti sonori. Improvvisazione pericolosa e impulsi distorti.

soundcloud, bandcamp,

www.youtube.com/watch?v=I1yKQcWQJUg
www.youtube.com/watch?v=4XMfNmg0N8w
www.youtube.com/watch?v=ei3KoBGvLj0

Jean Bender

è un musicista francese che ha scoperto il circuit bending nella fine dei 2000, ha suonato principalmente noise/harsh-noise nei posti più disparati dai free party ai musei d’arte, agli squatts… Suona principalmente da solo, la sua ricerca è più incentrata sulle frequenze, cercando di mettere l’ascoltatore in spazio sonoro dove il rumore diventa beats, una specie di oppio uditivo dove il tempo non esiste più. Attualmente non suona più gioccattoli bendati, ma lavora con nastri e sinth modulari. I suoi lavori più recenti sono più ambient e bastai sui fenomeni elettromagnetici. Jean Bender ha anche organizzato molti workshop sul circuit banding e la costruzione di noisebox con il suo amico AxDelbor insieme nel collettivo francese HAK lofi Records. Ha suonato con Cogne et Foutre, ::VTOL::, Lauren Rodz, Fa Cesario, William Nurdin, Tzii, Charlotte Benededitti, Olivier Zol, la ballerina francese Christine Bonasea e molti altri
http://jeanbender.blogspot.com/
https://erratac20series.bandcamp.com/album/vol-4-tension-s
http://h.a.k.free.fr/

A Ten Year Winter

Progetto solista, A Ten Year Winter propone un’iniezione technoise sperimentale senza gerarchia o limitazione. Creatore diy di hardware lofi, la sua musica crea una vera organicità di suoni, totalmente immersiva.

https://atenyearwinter.bandcamp.com/

Le Compas Dans l’Oeil

è Sheherazade resa schiava da una menzogna luminosa di un flow improvvisato, come in uno dei racconti più crudeli. Circuit bending del tuono combina l’estetica tantrica di un povero sceicco e la delicata erezione di un bambino dovuta al dubbio astinente di un oceano di saggezza. Nell’oscurità di una musica delicata, nel desiderio di elettroacustica sentenziosa e nel divenire animale technoid del corpo dei soldati, cresce l’impensabile consenso tra etica e perversione. Ecco la missione sulla terra!
www.youtube.com/watch?v=8NTYQjy_RV

Sec_

è uno dei nuovi talenti della musica elettroacustica italiana. Improvvisatore e compositore, cerca di guidare la “musica concreta” in una nuova dimensione, aperta alla power electronics più oscura e alla ricerca sui dispositivi in feedback. Il suo strumento principale è il registratore a bobina Revox, che usa per deformare diversi materiali sonori, creando articolazioni imprevedibili e grottesche, piene di tagli, esplosioni e suoni profondi. Oltrepassando continuamente i confini tra analogico e digitale, strutturato e improvvisato, narrativo e astratto, SEC_ è piuttosto interessato alla relazione tra la fisicità del suono (e la sua generazione) e ciò che possiamo ancora chiamare “musicalità”.

http://www.toxorecords.com/sec_/
https://bocian.bandcamp.com/album/moscaio

 

company of MANY OTHERS (it/fr)

Batteria napoletana e chitarra francese, duo fondato da Francesco Gregoretti e Olivier di Placido, dove chitarra e batteria spesso si scambiano i ruoli. Oliver ha creato una nuova chitarra ibrida, con un manico non fisso e un pick-up in movimento. I microfoni a contatto sulla batteria sono utlizzati per andare in feedback e sfruttare gli impulsi delle risonanze delle pelli.

http://olivierdiplacido.wordpress.com/
http://www.francescogregoretti.org/

dalle 18.30 fino ad inizio concerti selezione musicale a cura di:
MS MUGWUMP

PORTA LA TUA DISTRO!
presenti le distro di:

Perditempo
Bombolapress
ArabolaSerilab
Viande Records
Subincision Records